DALLA FUSIONE FRA CITTA’ CICLABILE E FIRENZEINBICI NASCE FIRENZE CICLABILE

bici-ok
Una voce sola per i ciclisti fiorentini, da quest’anno. Le due storiche associazioni di ciclisti, l’Associazione Città Ciclabile e FIAB FirenzeInBici da sabato 8 Aprile 2017 diventano una sola associazione, FIAB Firenze Ciclabile per una città più sana, sicura e a misura d’uomo.
L’appuntamento alle ore 11:00 al Caffè Letterario in piazza delle Murate a Firenze per gli Stati Generali della Mobilità Ciclistica Fiorentina, un’assemblea aperta a tutti coloro che si spostano in bicicletta nell’Area Metropolitana Fiorentina.
A seguire si terrà la parte elettiva e programmatica dell’assemblea di Firenze Ciclabile, in questa fase solo i soci dell’Associazione avranno diritto di parola e di voto.
 
Programma
 
Elezione del presidente dell’assemblea e del segretario dell’assemblea
Introduzione congiunta dei lavori da parte del Presidente uscente di FIAB Firenze Ciclabile ONLUS (già FIAB FirenzeInBici ONLUS), Alessandro Cosci e della ex-presidente di Associazione Città Ciclabile ONLUS, Carla Lucatti
Saluto degli ospiti invitati all’assemblea
Ampia discussione programmatica aperta a tutti con prenotazione degli interventi in assemblea
Interruzione dei lavori assembleari e pausa caffè
Presentazione dei candidati al Consiglio Direttivo
Presentazione dei candidati per il Collegio dei Revisori dei Conti
Presentazione dei candidati per il collegio dei Probiviri
Votazione per determinare il numero dei componenti del nuovo Consiglio Direttivo
Votazione a scrutinio segreto
Proclamazione dei risultati

Rimozioni nel Q3 il 21 Marzo e pulizia rastrelliere

il 21.03 verranno rimossi i velocipedi in sosta sul marciapiede nelle seguenti strade del Q3:
Via Filippo Degli Ugoni, Cardinal Latino, Largo Boscoli, via del Bandino tratto Ugoni/Erbosa.
Nel frattempo sono state ripulite dai relitti le rastrelliere presenti e apposti volantini  sulle bici in divieto.

PISTA CICLABILE ALLA FORTEZZA DI NUOVO CHIUSA PER PITTI SENZA PERCORSI ALTERNATIVI

img_20170111_094041

img_20170111_110314Ancora una volta la Direzione Mobilità del Comune ha ignorato le vitali esigenze di sicurezza dei ciclisti cittadini chiudendo la pista della Fortezza da Basso in occasione di Pitti senza prevedere percorsi alternativi, come più volte inutilmente richiesto da Città Ciclabile e Fiab FirenzeInBici sia per la Fortezza che in altri casi.

L’insensibilità a queste esigenze di sicurezza  è stata totale come nel caso della chiusura della pista di Viale Redi e di viale Belfiore, ignorando il contributo che le bici potrebbero dare per districarsi meglio nel pantano del traffico e per rendere un po’ meno avvelenata l’aria che respiriamo. Città Ciclabile appoggia quindi il ricorso al Ministero presentato da Fiab FirenzeInBici.

Il 2017 doveva rappresentare un anno di svolta per la ciclabilità a Firenze grazie ai consistenti fondi (oltre 4 milioni e 600.000 euro) stanziati dall’Unione Europea, ma siamo partiti veramente male e ci domandiamo se e come questi  fondi saranno spesi…

Qui sotto la mai inviata via PEC alla Direzione Mobilità a inizio Dicembe 2016 da Città Ciclabile e da FIAB FirenzeInBici, in cui chiedeva fra l’altro di prevedere percorsi alternativi in caso di chiusura temporanea di piste cilcabili, e rimasta senza risposta

PEC_01

Auto impazzita investe ciclista col bambino sulla bici e pedoni

immagini-quotidiano-net

L’investimento da parte di una BMW di un ciclista con un bambino sulla bici e anche di pedoni avvenuto il 7 Novembre riporta alla mente la recente campagna di sensibilizzazione del Comune “La tua auto/moto possono essere un’arma…”, un’arma che può ferire e anche uccidere sia gli altri sia chi è alla guida.
Firenze può e deve tornare ad essere una città più a misura di uomo e meno di motori. I fondi per intervenire a fondo con percorsi sicuri per bici e pedoni ora ci sarebbero, sia dall’Europa che dal Ministero dell’Ambiente, ci vuole però prima di tutto la volontà politica da parte del Comune di andare in questa direzione.

http://www.lanazione.it/firenze/cronaca/via-de-benci-auto-impazzita-1.2658874

Ha riaperto Lungarno Torrigiani, ma non c’è niente per le bici…

lungarno-torrigiani

I lavori su Lungarno Torrigiani avrebbero potuto prevedere il proseguimento dell’asse ciclabile lungo l’Arno, che si interrompe sul Ponte alle Grazie e riappare dopo il Ponte della Tramvia.
Ma questo intervento non è stato realizzato.
E’ una decisione che fa il paio con le chiusure di piste ciclabili per i lavori della tramvia senza fornire alternative o con le rimozioni in centro senza prevedere l’installazione di altre rastrelliere.
Decisioni gravi che da un lato obbligano spesso ad “arrangiarsi” i ciclisti che, malgrado tante difficoltà, ancora resistono  e dall’altro lato impediscono la diffusione di questo mezzo, l’unico che rispetta la salute di tutti, l’ambiente, i monumenti, che rende le strade un po’ meno pericolose grazie alla sua velocità “slow” e che permette di muoversi occupando pochissimo spazio nel pantano del traffico.

foto Filippo Vannoni da Facebook

rimozioni bici da piazza Adua e Vile Giovine Italia

Venerdì 4 Novembre, in occasione della presenza del Capo dello Stato per il 50° anniversario dell’alluvione di Firenze, la Questura di Firenze ha disposto per motivi di ordine pubblico il divieto di sosta con rimozione di tutti i veicoli, comprese le biciclette presenti nelle rastrelliere, in Piazza Adua e in Viale della Giovine Italia (davanti al quotidiano La Nazione).

rimozioni nel Q4

COMUNICATO DELLA POLIZIA MNICIPALE

Il 17 Ottobre 2016 verranno rimossi i relitti di bici dalle seguenti strade del Q4:
Percorso tramvia tratto Foggini-Talenti-Sansovino-Paolo Uccell
via Pignoncino
via Pisana  tratto compreso tra via di Soffiano e piazza P. Vettori
via del Pignone
Via de Vanni
via B. Bandinelli Tratto compreso T.Gaddi e P.za P. Uccello
via del Rosso Fiorentino
Inoltre  nei giorni dal 26/10/2016 al 29/10/2016 verranno rimosse le bici dai maciapiedi negli stessi luoghi.

Pedalata in Bici e in Tandem a Firenze 22 ottobre 2016

Sabato 22 ottobre 2016 alle ore 10.30 pedala con l’Ass. Città Ciclabile per una città più attenta alla sicurezza di diversamente abilit, pedoni e ciclisti.

In BICI e in TANDEM con i ciclisti non e ipovedenti!

Ritrovo presso il Circolo Ricreativo e Culturale “G. Baragli” in via Antonio Cocchi 17 a Firenze.

Percorso: dal Circolo “G. Baragli” a Piazza Duomo e ritorno, con ristoro a fine pedalata.

La pedalata, aperta a tutti i ciclisti, è dedicata agli ipo e/o non vedenti, che possono partecipare con i propri tandem o con quelli messi a disposizione dall’organizazione (compresi caschetti di protezione), guidati dai volontari dell’Associazione Città Ciclabile.

Pedalata in tandem a Firenze 22 ottobre 2016